Workshop internazionale sull’Agenda Donne, Pace e Sicurezza

Workshop internazionale sull’Agenda Donne, Pace e Sicurezza

Venerdì 9 ottobre 2020 si è tenuto il workshop internazionale “20 Years of Resolution 1325: In the Spotlight and in the Shadows. Greater Challenges and Unconventional Aspects in the WPS International Agenda”.

Si è trattato della prima iniziativa in modalità mista organizzata dal Dipartimento di Scienze politiche che ha visto la partecipazione – on-line ed in presenza – non solo di studenti ma anche di relatori italiani e stranieri con una consolidata esperienza sulle tematiche dell’Agenda 1325.

Il workshop, che ha avuto luogo nella Sala Lauree della Facoltà di Scienze politiche, ha rappresentato il momento conclusivo della III edizione del Corso di alta formazione “Il ruolo delle donne nei processi di pace e nella mediazione dei conflitti per la tutela dei diritti umani”, nonché un’occasione per celebrare il XX anniversario dall’adozione della Risoluzione 1325 del Consigli di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Per i ringraziamenti d’apertura sono intervenuti, oltre al Prof. Tito Marci – Preside di Facoltà – anche la Consigliera Mariateresa Di Maio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e il Prof. Sergio Marchisio – quest’ultimo inviando un messaggio scritto a tutti partecipanti.

Il workshop, organizzato in due panel, ha affrontato alcuni degli aspetti fondamentali dell’Agenda Donne, Pace e Sicurezza.

La prima sessione “The Challenges of Implementation“, moderata dal Prof. Raffaele Cadin, ha visto gli interventi di Nicola Colacino (Università Niccolò Cusano), Clare Hutchinson (NATO Secretary General’s Special Representative for Women, Peace and Security), Cristiana Carletti (UniversitàRoma Tre, Former Chair of the NATO CSAP Women and Mediation), e Leena Avonius (Gender Adviser at the Office of OSCE Secretary General).

Nel secondo Panel, “Unconventional Aspects and New Perspectives“, presieduto dalla Dott.ssa Luisa Del Turco, hanno presentato le loro relazioni Anca Gliga (Office of the UN Secretary-General’s Envoy on Youth), Christina Foerch Saab (Fighters for Peace Beirut) e Margot Jones (European Peacebuilding Liason Office).

L’evento è stato trasmesso in streaming tramite la piattaforma Zoom ed ha riscosso una viva partecipazione da parte sia di corsisti e studenti, sia di professionisti interessati ad un approfondimento sui temi della Risoluzione 1325(2000) e delle prospettive future della sua attuazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *